∼ Eleano ∼

“Eleano” s.n.c. born in 1991 from the idea of Nino Calice and Rino Grieco, both enthusiasts of vineyards and convinced advocates of the goodness of the Aragonese of Vulture.

Currently “Eleano” is run by Rino Grieco, by her daughter Francesca and Alfredo Cordisco, together with the strong passion for viticulture and good drinking, they  manage wine production.

Since the beginning the Company has strongly believed in the immense potential of an extraordinary territory such as Vulture, cultivating with passion and capableness the vine symbol, the Aglianico.

In order to prove the unequaled expressions of this historical title of controlled origin, “Eleano” has invested its resources in the most advanced research and technology, while safeguarding tradition.

The farm owns 5 hectares of vineyards planted at Aglianico del Vulture located in the renowned Pian area of ​​Riparandida Agave.

In this splendid scenario is almost completed the new structure that will host the new cellar and a reception area destined for cultural events and wine tastings.

Nel 1991 nasce la “Eleano” s.n.c. per iniziativa di Nino Calice e Rino Grieco, entrambi appassionati di vigna e convinti sostenitori della bontà dell’Aglianico del Vulture.

Attualmente la “Eleano” è gestita da Rino Grieco, dalla figlia Francesca e da Alfredo Cordisco, che accomunati dalla spiccata passione per la viticoltura e il buon bere, curano personalmente la produzione vitivinicola.

Fin dagli inizi l’Azienda ha creduto fortemente nell’immenso potenziale di un territorio straordinario come quello del Vulture, coltivandone con passione e caparbietà il vitigno simbolo, l’Aglianico.

Per dare prova delle ineguagliabili espressioni di questa storica denominazione di origine controllata, la “Eleano”, ha investito le proprie risorse nella ricerca e nella tecnologia più avanzata, pur salvaguardando la tradizione.

L’azienda possiede 5 ettari di vigneti impiantati ad Aglianico del Vulture situati nella rinomata zona di Pian dell’Altare in agro di Ripacandida.

In questo splendido scenario è in fase di ultimazione la stuttura che ospiterà la nuova cantina e un’area ricettiva destinata ad eventi culturali e degustazioni enogastronomiche.