“Una buona foto deve ritrarre una persona famosa mentre fa qualcosa di non famoso. Il suo essere nel posto giusto al momento sbagliato.

Ecco perché il mio fotografo preferito è Ron Galella”

Andy Warhol

Liz Taylor and Lady Diana, Sophia Loren and Al Pacino, John Travolta and Julia Roberts, Dustin Hoffman and    Gina Lollobrigida: mention a name of the last 50 years and have been certain that Ron Galella has immortalized him.

Ron Galella has built the reputation of the most famous "paparazzo" in history all by himself. A pioneer of the genre of which he made an art finished today in various museums, exhibitions all over the world and in a huge amount of books.  In over 40 years of career Galella has taken over 3,000,000 photographs to celebrities of the show and politics.

"Are you satisfied with yourself?". This question to Ron Galella, the king of the American paparazzi, has made Jackie  Kennedy, from him "caught" in what is his most famous photo titled Windblown Jackie. "I was in a taxi and she did not know." I snuck out the window, the driver sounded the horn, she turned and ... it was my best picture, "told in an            interview for Vogue Italia" a few years ago ago. "She catches her in her natural beauty, she is not wearing makeup nor does she have a particular hairstyle. There is a hint of a smile, which is why I call my Mona Lisa ".

Liz Taylor e Lady Diana, Sophia Loren e Al Pacino, John Travolta e Julia Roberts, Dustin Hoffman e Gina Lollobrigida: citate un nome degli ultimi 50 anni e state pur certi che Ron Galella lo ha immortalato.

Ron Galella si è costruito la fama di più celebre “paparazzo” della storia tutto da solo. Un pioniere del genere di cui ha fatto un’arte finita oggi in vari musei, mostre in tutto il mondo e in una enorme quantità di libri. In oltre 40 anni di carriera Galella ha scattato oltre 3.000.000 di fotografie a personaggi celebri dello spettacolo e della politica.

“È soddisfatto di se stesso?”. Questa domanda a Ron Galella, il re dei paparazzi americani, l’ha fatta Jackie Kennedy, da lui “beccata” in quella che forse è la sua foto più famosa dal titolo Windblown Jackie.  “Mi trovavo su un taxi e lei non lo sapeva. Scattai dal finestrino. L’autista suonò il clacson, lei si girò e… È stata la mia foto migliore”, aveva raccontato in un’intervista per Vogue Italia”di qualche anno fa. “La coglie nella sua naturale bellezza, non è truccata né ha un’acconciatura particolare. C’è l’accenno di un sorriso, ed è per questo che io la chiamo la mia Monna Lisa”.

Famous was the trial with Marlon Brando who in 1973 hit him with a punch. Galella, who finds himself with a broken jaw after the attack, sues Brando in court and gets a refund of $ 40,000. Then, to approach the star, he wears an American football helmet.
Celebre è stato il processo con Marlon Brando il quale nel 1973 lo colpisce con un pugno. Galella, che si ritrova con la mascella rotta dopo l’aggressione, cita Brando in giudizio e ottiene un risarcimento di 40.000 dollari. Successivamente per avvicinare il divo indossa un casco da football americano.

The valuable teaching of Ron Galella that emerges from the hundreds of thousands of photographs taken during his long career is to photograph quickly, capture expressions in a natural way and never in a set way …

THE RULES OF PERFECT PAPARAZZO:

1) Do not be scrupulous, learn to sneak into events;
2) Always dress properly;
3) Remember to leave the coat in the car (they think you went out to get some fresh air and you came back);
4) Get the invitation: go to someone who has it, duplicate it and change the name;
5) If you do not have the invitation, immediately get an idea of ​​where the kitchen is (it is from there that you enter);
6) Shoot quickly, just so you take the expression of surprise and play in advance.

Il prezioso insegnamento di Ron Galella che emerge dalle centinaia di migliaia di fotografie realizzate nel corso della sua lunga carriera è quello di fotografare rapidamente, catturare le espressioni in modo naturale e mai in modo impostato…

LE REGOLE DEL PERFETTO PAPARAZZO:

1) Non farti scrupoli, impara a intrufolarti negli eventi;
2) Vestiti sempre in maniera adeguata;
3) Ricordati di lasciare il cappotto in macchina (penseranno che sei andato fuori a prendere una boccata d’aria e sei rientrato);
4) Procurati l’invito: vai da qualcuno che ce l’ha, duplicalo e cambia il nome;
5) Se non hai l’invito, fatti subito un’idea di dov’è la cucina (è da lì che si entra);
6) Scatta velocemente, solo così cogli l’espressione di sorpresa e giochi d’anticipo.

http://rongalella.com

http://www.catchingamoment.it/blog/