Una traccia che parla di noi

Fotografia, editing e post produzione Michele Abriola

An indelible sign on the skin.
A trace that tells of us, of our lives, of our beliefs and desires.
The tattoo, a special art that has spread like oil spots among people, especially among young people.

It’s an indelible thing that is part of the person itself.
Something that last for ever, to which one address importance and which you do not want to forget.
An ornament on our body that in a sense makes it unique, with an extra personal significance.

The body turns into an authentic blackboard to write its own messages, thus becoming a business card with the outside world.
An authentic dress to wear between the soul and the body, to be immortalized in a photograph that will tell us to the world…

Un segno indelebile sulla pelle.
Una traccia che parla di noi, del nostro vissuto, delle nostre credenze e desideri.
Il tatuaggio, una forma d’arte che si è espansa a macchia d’olio tra le persone, in particolare tra i giovani.

È un qualcosa di indelebile che viene a far parte della persona stessa.
Qualcosa che resta, a cui si attribuisce un’importanza e che non si vuol dimenticare.
Un ornamento sul nostro corpo che in un certo senso lo rende unico, con un significato personale in più.

Il corpo si trasforma in una autentica lavagna dove scrivere i propri messaggi diventando così un biglietto da visita con il mondo esterno.
Un autentico abito da indossare tra se e la propria anima, da immortalare in una fotografia che parlerà di noi…